Mettersi in gioco, con passione e coraggio, è l’unico modo per realizzare i propri sogni, perché solo mettendosi in gioco si può arrivare in un luogo in cui sentirsi a proprio agio, in cui dire:” è qui che voglio stare!”. La community Etsy, di cui faccio parte dal 2015 per me rappresenta un luogo in cui sentirsi parte di un progetto comune, fatto di persone con cui potersi confrontare e come in occasione dell’evento appena concluso, avere il piacere di conoscere di persona. Tante le persone che ho incontrato, tante le storie che ho ascoltato, che mi hanno emozionato. Gli artigiani, di solito, hanno sempre storie importanti alle spalle e anche io porto con me la mia.

Partecipare ad Etsy tornare ad esporre i miei lavori, dopo tempo, è stata per me una sfida. Sono state due giornate di grande arricchimento personale e professionale. Ho avuto la sensazione di fare bene il mio lavoro, e sentirsi parte di un gruppo di persone simili a me, per passioni e obiettivi, ha fatto la differenza. Desidero ringraziare di cuore chi ha reso possibile tutto questo, FabricUp, in particolare Nadia e Claudia, i 21 artigiani presenti, e tutte, davvero tutte le persone intervenute, circa 3500, che per curiosità, per passione o semplicemente per caso, si sono fermate davanti al mio stand.

Il consenso ottenuto in questa edizione romana di Etsy, è la conferma che la creatività e l’ingegno dei nostri artigiani sono ancora molto apprezzati. Il successo del portale Etsy, un mercato virtuale che arriva in tutto il mondo, dimostra come il web nulla tolga alla tradizione artigiana, anzi la esalti e ne favorisca la diffusione. Ben venga allora la crescita delle così dette “Botteghe Artigiane del XXI secolo”e di tutte le iniziative come Etsy made in Italy 2018.

Grazie Marika Calace la mia web editor preferita.

Grazie Yamile Benvenuto Ph per le  bellissime foto.


Commenti

commenti